Menu

A+ A A-

Ricambi auto contraffatti, nuovo blitz in Cina

Le forze dell’ordine locali di Guanzhou in Cina hanno confiscato un nuovo lotto di turbocompressori Garrett contraffatti destinati all’esportazione. Le unità sono state sequestrate a gennaio e sono attualmente sottoposte a indagini per individuare il produttore degli articoli contraffatti e l’importatore di destinazione.

Le unità, interamente costituite da turbocompressori con flottanti, non solo riportavano il marchio “Garrett” sulle sedi del compressore, ma erano anche accompagnate da raccordi contraffatti e da una copia delle istruzioni di sicurezza, all’interno della confezione falsa.

Honeywell Turbo Technologies sostiene appieno l’azione intrapresa nei confronti dei contraffattori, anche perché tali prodotti possono compromettere la durata dei veicoli e la sicurezza di installatori e automobilisti.

Torna in alto

Autopromotec 2019

Scopri GM-Edu.it

Contatti Redazione

Il Giornale del Meccanico
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.