Menu

A+ A A-

Consiglio pratico: prima di rimuovere un volano bimassa

Nonostante le maggiori potenze e le coppie elevate dei nuovi motori, i veicoli di oggi sono confortevoli e silenziosi: in questo il volano bimassa gioca un ruolo fondamentale, assorbendo ed eliminando quasi completamente le vibrazioni torsionali attraverso un sistema di smorzamento a molle. Quando il meccanico sente dei rumori insoliti spesso pensa al volano a doppia massa, anche se in realtà in molti casi non è la fonte del problema. Di seguito gli esperti di ZF Aftermarket spiegano come identificare la possibile causa di un rumore inusuale, prima di giungere all’errata conclusione e rimuovere inutilmente il componente.

Il volano bimassa è costituito da una massa primaria ed una secondaria ed è collocato tra il sistema di trasmissione ed il motore.
Le due masse del volano sono indipendenti, ma collegate da un sistema di ammortizzazione a molle, e ruotano grazie ad un cuscinetto a sfere o a strisciamento. Le vibrazioni torsionali generate dal motore vengono così ridotte e sconnesse dal sistema della driveline ottenendo minor rumorosità e maggior comfort di marcia. Quando si avvertono rumori anomali, il sospetto cade spesso sul volano bimassa – che viene sostituito senza ulteriori approfondimenti. Tuttavia, secondo l'esperienza degli esperti di ZF Aftermarket, la sostituzione del volano a doppia massa non è solo costosa e dispendiosa in termini di tempo, ma spesso del tutto inutile, perchè la causa è da cercare altrove. Per questo gli esperti ZF raccomandano di eseguire degli stress test prima di eseguire lo smontaggio del volano.

Un test di guida può fornire importanti approfondimenti

In primo luogo è fondamentale eseguire un test drive. Se si avvertono rumorosità strane quando si accende il motore, può essere sì un difetto del volano bimassa, ma potrebbe anche essere la velocità troppo bassa di avviamento del motore. Le cause potrebbero essere: scarsa potenza del motorino d'avviamento o bassa tensione della batteria, a causa di ossidazione o di corrosione delle superfici di contatto elettriche. Per escludere quest’ultimo caso, gli esperti consigliano di eseguire una pulizia professionale: l'utilizzo dello speciale strumento creato da ZF Aftermarket permette alle officine di pulire le superfici di contatto elettriche in modo professionale, semplice e rapido.

Anche dei cuscinetti difettosi nel sistema tendicinghia della distribuzione motore possono essere causa di rumorosità anomala. È ragionevole sospettare che il volano bimassa sia difettoso in caso di rumori percepiti durante una normale accelerazione ed i relativi cambi marcia. Per capirlo bisogna provare ad accelerare con marce alte al di sopra del regime minimo di ca. 1.200 giri / min, a costante pieno carico. Se non ci sono rumori come di un forte colpo, insolite vibrazioni o resistenza del veicolo nel rispondere, il volano bimassa può essere quasi sempre escluso come fonte di avaria.

Utilizzare la diagnostica del motore per identificare il problema

La diagnostica del motore può fornire ulteriori informazioni, ad esempio attraverso il rilevamento della velocità di avvio del motore o la misurazione della quantità di carburante iniettato. Un eccessivo scostamento rispetto ai parametri definiti dal costruttore può causare irregolarità nel motore. Se il motore vibra, può sovraccaricare il volano bimassa, specialmente a pieno regime. Lo stesso vale per la non perfetta messa in fase della distribuzione del motore, la fase motore anticipata o posticipata può causare scompensi ed una rotazione imprecisa dell’albero motore. Gli strumenti di diagnosi possono identificare un guasto nella centralina così come mettere in evidenza modifiche di rimappatura alla centralina motore, che possono danneggiare il volano.

Dopo il test drive e la diagnosi al motore, si consiglia di effettuare un controllo visivo e meccanico del volano: una superficie di attrito brunita della ruota secondaria indica un volano fortemente surriscaldato. Ciò si verifica quando il conducente lascia slittare la frizione troppo a lungo o il sistema di disinnesto non funziona correttamente provocando lunghi slittamenti; il surriscaldamento prolungato può causare l'indurimento del grasso presente all’interno del volano. Se ci sono visibili incrinature nella superficie di attrito, il volano bimassa deve essere sostituito perché a determinate velocità potrebbe danneggiarsi. Altri segni visibili di un volano difettoso sono del grasso e dei frammenti che fuoriescono dall'interno del componente. È da sottolineare, tuttavia, che lievi tracce di grasso non costituiscono alcun problema, in quanto possono essere dovute al design o previste dal costruttore del veicolo, e non hanno alcuna influenza sulla funzionalità del volano.

Lo strumento di Sachs permette la diagnosi di componenti sia installati che smontati

ZF Aftermarket offre alle officine della sua rete uno strumento su misura e di alta qualità per l'ispezione dei volani bimassa Sachs di autovetture e veicoli commerciali leggeri installati o meno, evitando così eventuali danni a una frizione nuova. Lo strumento permette di controllare: la corsa libera dello smorzatore torsionale, la forza della molla dell'ammortizzatore torsionale, la condizione del cuscinetto assiale e il gioco del cuscinetto radiale. In un componente perfettamente funzionante gli angoli di rotazione e le forze devono essere identici in entrambe le direzioni. Non devono esserci movimenti insoliti,  impuntamenti o sfregamenti nella rotazione; questo indica che dei componenti del volano sono difettosi, come ad esempio le molle. In questi casi il volano deve essere sostituito.

Un ulteriore consiglio dagli esperti: un rumore come di ‘schiocco’ durante il test di mobilità è un segnale positivo – indica, infatti, che lo speciale grasso del volano ha la giusta consistenza.

ZF Aftermarket è sostenitrice convinta della formazione; per garantire che i tecnici di oggi possano offrire assistenza ai veicoli di domani. Istruttori tecnici esperti forniscono istruzioni sia teoriche che pratiche su come effettuare la diagnosi, la manutenzione e la sostituzione dei ricambi originali ZF. 

Torna in alto

Autopromotec 2019

Scopri GM-Edu.it

Contatti Redazione

Il Giornale del Meccanico
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.